Aifa, sospensione preventiva del vaccino AstraZeneca. Fermato in Francia e Germania

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su telegram

L’Aifa ha deciso di estendere il divieto all’uso del vaccino AstraZeneca in tutto il territorio nazionale  come misura preventiva e di vietarlo temporaneamente fino a quando l’EMA non si pronuncerà. “La decisione di Aifa di sospendere la somministrazione dei vaccini di AstraZeneca, per motivi puramente preventivi, è stata presa dopo un colloquio tra il Primo Ministro Draghi e il Ministro della Salute Roberto Speranza.

Durante la giornata, Speranza ha tenuto colloqui con i ministri della Salute di Germania, Francia e Spagna “, spiega la fonte del ministero della Salute. “Le scelte fatte dai principali Paesi europei oggi su AstraZeneca sono solo per la prevenzione, prima del prossimo decisivo incontro di Ema.

L’Agenzia Italiana del Farmaco ha annunciato che divulgherà immediatamente ogni altra informazione che potrà ottenere, “compresi altri modi per completare il ciclo vaccinale per le persone che hanno già ricevuto la prima dose di vaccino”.

In mattinata i carabinieri dei Nas hanno confiscato le dosi del lotto ABV5811 AstraZeneca dopo la morte di Sandro Tognatti. 

La decisione dell’AIFA di sospendere la produzione dei vaccini di AstraZeneca “dimostra che la decisione del Piemonte è lungimirante”. Antonio Rinaudo, l’assessore all’area gestione legale del dipartimento di crisi della Regione Piemonte, ha detto all’ANSA che ieri ha bloccato per due ore l’iniezione del vaccino, per poi sospendere il lotto della dose inoculata al professore biellese morto.

CONDIVIDI l’articolo con i tuoi amici!

Facebook
WhatsApp
Telegram
error: Contenuto Protetto!!!