I rimedi naturali a base di cipolle rosse possono curare le malattie della tiroide

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su telegram

Se usi rimedi naturali a base di cipolle rosse, puoi curare efficacemente le malattie della tiroide. La cipolla rossa può migliorare la funzione delle ghiandole e ripristinare l’equilibrio ormonale.

Questo rimedio naturale per la tiroide, sebbene semplice ma benefico, è stato preparato dal medico persiano Avicenna, considerato uno dei più eminenti rappresentanti del miglior periodo della scuola medica araba. La ghiandola tiroidea svolge molte funzioni nel corpo umano e quindi svolge un ruolo fondamentale.

Oltre a produrre ormoni, la tiroide regola anche il metabolismo e fornisce ossigeno alle cellule del corpo. Se c’è uno squilibrio che causa ipotiroidismo e ipertiroidismo, puoi provare questa semplice terapia con la cipolla rossa. Tra i tanti benefici della cipolla, vengono enfatizzati i suoi vantaggi come potente alleato della salute umana grazie alle sue proprietà antibatteriche. Oltre alle proprietà purificanti, può essere utilizzato anche come tranquillante naturale.

Come usare la cipolla rossa per trattare i disturbi della tiroide

Secondo le sue indicazioni, in caso di disturbi della tiroide si può usare un impatto miracoloso. Si devono tagliare le cipolle rosse a fette, ma solo la metà della testa deve essere tagliata. Mentre dall’altra parte si deve ricavare del succo.

Con questo succo si deve inumidire una garza. Invece gli anelli di cipolla tagliati si devono applicare sul collo a livello della tiroide.

Quindi basta mettere gli anelli dentro la garza ed avvolgerla intorno al collo e poi avvolgere una sciarpa per fermare l’impacco. Si raccomanda questo trattamento a chi soffre di problemi alla tiroide, da fare prima di andare a letto. Si consiglia anche un massaggio sulla tiroide, seguendo movimenti rotatori.

Le indicazioni di Avicenna invitano ad andare a dormire senza risciacquare il collo, affinché le proprietà della cipolla agiscano così si consente all’acido fosforico di entrare nel flusso sanguigno attraverso i pori della pelle.

Quando ci si sveglia al mattino, si deve rimuovere l’impacco e lavare con cura la zona con acqua e sapone. Il trattamento si dovrebbe ripetere per 1 settimana al massimo. Secondo le testimonianze di chi ha provato il rimedio gli effetti si avvertono già la terza notte con un miglioramento dei disturbi della tiroide.

CONDIVIDI L’ARTICOLO SE L’ HAI TROVATO INTERESSANTE DIRETTAMENTE DAI TASTINI QUI SOTTO  ⤵️ 

Facebook
WhatsApp
Telegram
error: Contenuto Protetto!!!