9 tipi di plank per scolpire l’addome in poco tempo

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su telegram

Se non hai mai fatto un plank in palestra o a casa, penseresti sicuramente che questo sia un esercizio molto semplice e meno efficace rispetto ai tradizionali esercizi addominali. Niente di più falso di questo: prova a fare un plank per 30 secondi per capire tutte le complessità e l’efficacia di questo esercizio addominale.

Infatti, a differenza dei classici esercizi addominali, gli esercizi di plank ci permettono di scolpire l’addome più velocemente, proprio perché può rendere l’addome più teso e completo. In questo articolo vi proponiamo 9 variazioni dello stesso esercizio:

Questo è il classico esercizio plank. Mantieni questa posizione per almeno 30 secondi, quindi aumenta con il progredire dell’allenamento e fai abituare il corpo all’esercizio. Oltre all’addome, questo esercizio può tonificare anche i muscoli dei glutei, delle gambe e della schiena.

Per rendere più difficile l’esercizio ed esercitare i muscoli dei glutei, cerca di sollevare le gambe e di tenere sempre la schiena dritta e i muscoli addominali ben contratti.

Un’altra variante dell’esercizio del plank è il “camminare”, che ci permette di rafforzarlo e renderlo più completo, mantenendo così tesi i muscoli dell’addome e dei glutei.

Il plank laterale aiuta ad allenare e tonificare i muscoli dell’addome più difficili.

Questo esercizio plank prevede un leggero salto, divaricando le gambe. Durante l’operazione, è molto importante concentrarsi sul mantenere i muscoli addominali tesi.

Se vuoi usare degli addominali d’acciaio, questo tipo di plank ti si addice sicuramente.

Questo plank inverso è uno dei più difficili, ma anche tra i più efficaci per allenare e rafforzare i muscoli lombari. Come sempre, è importante concentrarsi sulla contrazione dei muscoli coinvolti durante gli esercizi.

Per mettere in pratica questo esercizio plank mantieni una gamba sollevata durante tutta la durata dell’esercizio.

Infine, per l’ultimo esercizio di plank che vi mostriamo, è necessario utilizzare un piccolo peso. Partendo dalla posizione di plank laterale e mantenendo i muscoli contratti, sollevare il peso circa 20 volte, quindi cambiare lato.

CONDIVIDI L’ARTICOLO DIRETTAMENTE DAI TASTINI QUI SOTTO  ⤵️ 

Facebook
WhatsApp
Telegram
error: Contenuto Protetto!!!