Quando si è a dieta si possono mangiare le banane?

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su telegram
La BANANA (il nome potrebbe venire dall’arabo “banan” ossia dita) sembra essere il frutto più consumato al mondo grazie al suo sapore e alle sue proprietà nutrizionali.
 
🍌 Proprietà energetiche considerevoli, 89 cal/100gr, la maggior parte delle quali, il 23%, proviene da glucidi solubili (fruttosio, glucosio, saccarosio).Questi valori variano a seconda del grado di maturazione, visibile già a livello della buccia e della polpa del frutto sotto forma di macchie scure, indice di accumulo di zuccheri.
 
Non vengono raccolte mature perché tendono a maturare anche dopo la raccolta: emettono, infatti, una sostanza, nota come ETILENE, che accelera la maturazione e che caratterizza tutti i frutti climaterici (mele, pomodori).
 
🍌Scarsa la presenza di fibre, proteine e grassi e il contenuto vitaminico è irrilevante. Prevale la concentrazione di sali minerali tra cui il potassio (358mg).
🏃‍♂️🏃‍♀️🏇⛷️Per questo motivo viene scelta dagli sportivi, oltre che per un apporto energetico in vista di un allenamento , anche per reintegrare la perdita di questo minerale con il sudore.
 
Vi ricordo, però, che il KIWI 🥝 ha un contenuto maggiore di K ,(400 mg), tanta Vit C e la metà delle calorie di una banana! In un regime dietetico ipocalorico, la banana, soprattutto molto matura, e, in assenza di regolare attività fisica, non è certo un frutto di elezione.
 
🍌 Sfruttiamola, ad esempio, quando siamo fuori casa per usufruire di uno spuntino che ci terrà lontano da altre soluzioni più caloriche!

CONDIVIDI L’ARTICOLO SE L’ HAI TROVATO INTERESSANTE DIRETTAMENTE DAI TASTINI QUI SOTTO  ⤵️ 

Facebook
WhatsApp
Telegram
error: Contenuto Protetto!!!