Come eliminare il giallo dalle tovaglie

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su telegram

È bello dormire nelle lenzuola fresche e profumate! Alcuni di loro sono utilizzati nella nostra vita quotidiana, mentre altri sono conservati nei nostri guardaroba e fanno parte della famosa suite. Sono ricordi e oggetti di gelosia delle nostre nonne e madri.

Ma col tempo, le lenzuola e le tovaglie bianche possono tingersi di giallo, e talvolta sembra irreversibile! Ma non preoccuparti, usando metodi familiari e rimedi naturali, possiamo farli sembrare quelli appena dati! Diamo un’occhiata a come rendere bianche le tovaglie e le lenzuola ingiallite!

I rimedi:

Limone e sale l’antico rimedio che usava nostra nonna per sbiancare lenzuola e tovaglie: bollire la stoffa in una pentola capiente!

Riempitelo d’acqua versandoci il succo di 4-5 limoni e 1 bicchiere di sale fino. Fate bollirle il tutto per una ventina di minuti.

Una volta raffreddato, procedete con un lavaggio delicato in lavatrice.

Lo stesso metodo può essere eseguito anche “a freddo” mettendo tutti gli ingredienti e i tessuti in una bacinella e lasciandoli in ammollo per una notte.

Percarbonato di sodio

Parliamo ora di un prodotto ecologico e biodegradabile che può renderti molto efficace nello sbiancamento di lenzuola e tovaglie ingiallite: il percarbonato di sodio! È un prodotto sbiancante sotto forma di una polvere bianca che può essere attivata ad alte temperature. Attraverso questa reazione, può ripristinare il colore bianco naturale del tessuto sbiancando senza candeggina! Puoi usarlo per lavaggio a mano o in lavatrice, intervenendo sia sugli ingiallimenti sia per le lenzuola ingrigite dal tempo.

Per il lavaggio a mano

Per il lavaggio a mano, la confezione può suggerirvi la dose giusta in base alla quantità di panni da lavare. Normalmente un misurino in acqua calda è sufficiente.

Noterete che avverrà una reazione, l’acqua calda farà attivare il percarbonato. Ma dovrà essere almeno 40°/50°, per un buon risultato. 

Le tovaglie o lenzuola vanno lasciate in ammollo per qualche ora e poi risciacquate.

In lavatrice

Anche in lavatrice seguite le dosi consigliate, ma di solito 2 cucchiai ad ogni lavaggio in aggiunta al vostro detersivo ecologico vi donerà delle lenzuola bianche come una volta!

N.B. Non confondete il percarbonato di sodio con il perborato, che presenta alti livelli di tossicità per l’ambiente. Il percarbonato potete trovarlo sia online che nei grandi supermercati.

Bicarbonato

Tra i rimedi naturali più utilizzati in casa c’è il bicarbonato di sodio. Ha proprietà antibatteriche, pulenti e sbiancanti.

Il bicarbonato di sodio può esserci d’aiuto per far ritornare bianche lenzuola o tovaglie ingiallite. In questo caso, può essere combinato con delle scaglie di sapone di Marsiglia, dal forte potere sgrassante ma delicato.

Prendete una vaschetta e versateci 2 litri di acqua molto calda. Aggiungete del sapone di Marsiglia a scaglie o liquido e mezzo bicchiere di bicarbonato di sodio.

Lasciate in ammollo per qualche ora, strizzate e procedete con lavaggio dedicato.

Cremor tartaro

Sentiamo molto spesso parlare del cremor tartaro, un agente lievitante che ci permette di rendere i nostri dolci ultra soffici e gustosi.

Il cremor tartaro, conosciuto anche con il nome di bitartrato di potassio, può essere adoperato anche per sbiancare vecchie lenzuola ingiallite dal tempo.

In che modo? Con una vaschetta d’acqua calda e una bustina di cremor tartaro. Anche qui l’ammollo è necessario.

Per le macchie

Può capitare che ci siano delle macchie ostinate e difficili da eliminare. Ma anche in questo caso abbiamo la soluzione!!

Il segreto è quello di pre-trattare le macchie in questione. Il primo metodo consiste nel creare una crema con bicarbonato, sapone di Marsiglia liquido e una goccia di detersivo per piatti!

Dopo aver mescolato per bene, massaggiamo il tessuto e lasciamo agire per qualche minuto prima di procedere con il lavaggio.

In alternativa, potete utilizzare anche della semplice acqua ossigenata, che svolgerà un’azione sbiancante. Mettetela su un batuffolo di cotone e tamponate la macchia.

Per i merletti

Se le lenzuola o tovaglie possiedono o sono fatte tutte di merletto, dobbiamo intervenire nel modo più delicato possibile.

Quindi ci occorre un altro prodotto casalingo molto comune e anche economico: il sale, da versare in una bacinella d’acqua. L’ammollo può prolungarsi per l’intera notte.

Al mattino, lavateli a mano con del Sapone di Marsiglia liquido, senza strizzarli, ma lasciar colare l’acqua e farli asciugare all’ombra.

Come stendere e stirare lenzuola e tovaglie

Ora che le abbiamo opportunamente sbiancate, dobbiamo stenderle e stirarle nel modo giusto. Per evitare un ulteriore ingiallimento, meglio stendere al riparo del sole diretto.

Per stirare lenzuola e tovaglie, dobbiamo fare ancor più attenzione per evitare di far danni. Meglio usare una temperatura media del ferro e copriamole con un asciugamano o telo o qualche tessuto in modo che il ferro da stiro non stia a diretto contatto con le nostre tovaglie.

Come conservarle

Se abbiamo trovato le lenzuola e le tovaglie ingiallite è perché sono rimaste al chiuso per molto tempo nel nostro armadio, assorbendo molto spesso anche l’umidità delle stagioni più fredde.

Di tanto in tanto usciamo i capi bianchi dagli armadi facendoli prendere aria.. In questo modo possiamo prevenirne l’ingiallimento.

CONDIVIDI L’ARTICOLO SE L’ HAI TROVATO INTERESSANTE DIRETTAMENTE DAI TASTINI QUI SOTTO  ⤵️ 

Facebook
WhatsApp
Telegram
error: Contenuto Protetto!!!