Queste 4 piante poste in camera da letto possono curare l’insonnia e l’apnea

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su telegram

Molte persone soffrono di malattie legate al sonno, come l’apnea e l’insonnia. L’apnea notturna è una condizione che si verifica quando la respirazione si interrompe durante il sonno e può anche portare a gravi conseguenze (mancanza di ossigeno che raggiunge il cervello).

Esistono due tipi di apnea notturna: apnea ostruttiva del sonno causata da ostruzione delle vie aeree e apnea delle vie aeree centrali, in cui le vie aeree non sono ostruite, ma a causa dell’instabilità il cervello non invia segnali ai muscoli di respirare. 

Essere in sovrappeso, soffrire di congestione nasale, allergie o un diaframma deviato può peggiorare l’apnea notturna. Di seguito vi proponiamo 4 piante per migliorare questa situazione e farci dormire meglio.

  • Sansevieria: È una delle piante d’appartamento più diffuse, rilascia molto ossigeno, migliora la qualità dell’aria e favorisce la respirazione.
  • Lavanda: Le proprietà rilassanti delle piante possono alleviare lo stress e l’ansia. Può anche rallentare il battito cardiaco e favorire il riposo notturno.
  • Edera comune: Può migliorare la qualità dell’aria, assorbire le tossine, rilasciare ossigeno e favorire la respirazione.
  • Aloe vera: Un’ottima pianta che produce molto ossigeno e allevia l’insonnia.

CONDIVIDI L’ARTICOLO DIRETTAMENTE DAI TASTINI QUI SOTTO  ⤵️ 

Facebook
WhatsApp
Telegram
error: Contenuto Protetto!!!