Dieta Tisanoreica

La Dieta Tisanoreica è un metodo sviluppato in Italia che prevede l’utilizzo di prodotti a base di erbe. Non è concepita solo come dieta dimagrante, ma come un vero e proprio protocollo.  Il regime da seguire è di tipo ipoglucidico (limitazione degli zuccheri), ipocalorico (limitazione delle calorie), normoproteico (proteine in quantità sufficiente).Questa dieta prevede l’utilizzo di  cibi preconfezionati da associare ai normali cibi quotidiani e si basa sul meccanismo della chetosi.  Questa dieta dimagrante  però è leggermente diversa dalle altre diete chetogeniche in quanto il controllo dei corpi chetonici avviene tramite l’uso delle piante officinali, è definita per questo anche dieta fitochetogenica. Vediamo insieme quali sono le caratteristiche principali della dieta Tisanoreica.

Che cos’è la chetosi?

Quando limitiamo al minimo l’assunzione di zuccheri e di carboidrati, il nostro organismo è costretto a trarre l’energia dai grassi accumulati nel corpo, inizia quindi a fornirsi delle riserve e inizia a metabolizzarle. Questo meccanismo se prolungato, porta l’organismo alla chetosi. Ne consegue una perdita di peso che attacca soprattutto l’adipe e non la massa muscolare.

Tuttavia indurre la chetosi per tempi prolungati è dannoso per l’organismo, in quanto non è una condizione normale e mette a dura prova il nostro corpo. Nel caso della dieta Tisanoreica si parla di chetosi verde, perché i prodotti proposti sono composti da proteine di origine vegetale e l’assunzione degli acidi grassi saturi è ridotta al minimo rispetto ad altre diete chetogeniche iperproteiche che in genere si basano sull’assunzione di carne e proteine di origine animale.

Leggi anche: Scoperta la Formula Naturale per il Dimagrimento>>>

 

Come funziona la dieta Tisanoreica

La dieta tisanoreica prevede una fase Intensiva e una fase di stabilizzazioneNella prima fase (fase intensiva) devono essere eliminati i carboidrati e gli zuccherie durante la giornata vanno consumati quattro prodotti Tisanoreica da affiancare ad alimenti normali e proteici come carne, pesce e uova, più le verdure.

Nella seconda fase (fase di stabilizzazione) si reintroducono gradualmente i carboidrati, ma solo quelli a basso indice glicemico (integrali), e si assumono due prodotti Tisanoreica al giorno. Non è una dieta lampo, ma non può essere prolungata per più di 40 giorni, oltre i quali si può seguire una fase di mantenimento, che secondo gli ideatori della dieta, può essere mantenuta per tutta la vita.

Questo tipo di dieta non è una dieta fai da te. Nonostante i prodotti si possano acquistare singolarmente, la dieta Tisanoreica si basa sulla personalizzazione per ogni individuo, in base alla forma fisica di partenza, all’età, allo stile di vita. Per iniziare la dieta occorre recarsi dai rivenditori autorizzati che, dopo la consulenza nutrizionale e aver compilato un modulo di informazioni, invieranno il tutto al centro studi Tisanoreica per avere l’autorizzazione e creare un protocollo personalizzato apposta per noi.  Lo stesso tipo di consulenza viene offerto anche online e l’assistenza viene offerta per tutto il periodo della dieta e anche successivamente.

Quindi in base al nostro protocollo dovremo acquistare i prodotti specifici e affiancarli ai cibi quotidiani come indicato nei menù. Per questo la Dieta Tisanoreica è definita dieta integrativa perché non sostituisce i cibi ma li affianca, al contrario delle diete sostitutive. Questi prodotti sono chiamati PAT (Porzione Alimentare Tisanoreica) e sono ottenuti mediante il metodo della Decottopia, comunemente detti decotti.

Secondo il fondatore della Tisanoreica,  Gianluca Mech, questi decotti (decottopirici) derivano da un processo di lavorazione tradizionale che prevede l’utilizzo di minimo 10 erbe per ottenere un prodotto  puro e concentrato, del tutto naturale e senza elementi aggiuntivi, senza zucchero, alcol, glutine o conservanti.

Questi estratti di piante officinali (fitoestratti) si possono assumere in forma liquida, ma anche come estratto secco nei vari prodotti come pasta, biscotti, gelati, cioccolato e molti altri prodotti che vi permettono di stare a dieta senza rinunciare al gusto e al piacere di mangiare.

Che cosa contengono i prodotti Tisanoreica?

Il mix di fitoestratti usati nella Tisanoreica è brevettato e unito agli amminoacidi ad altissimo valore nutritivo induce l’organismo alla chetosi verde e lo mantiene in equilibrio.

componenti essenziali di questo mix sono la Muiria Puama, dalle proprietà toniche esercitate a livello nervoso e muscolare, il Panax Ginseng, ha una funzione stimolante e garantisce il corretto metabolismo dei carboidrati, il Guaranà, per le sue proprietà toniche generali, la Griffonia che aiuta a controllare il senso di fame, la Lespedeza, ha qualità depurative e diuretiche tramite il drenaggio dei liquidi grazie ai flavonoidi presenti nella pianta,   la Frangula, che garantisce la regolarità del transito intestinale degli alimenti, favorendo la funzionalità del tratto intestinale.

Descritto così il mix di piante non sembra molto gustoso, eppure gli ideatori della Tisanoreica sostengono che i loro prodotti  imitano molto bene il sapore e il gusto degli alimenti tradizionali, e questo è fondamentale per poter seguire il protocollo per tutto il tempo necessario senza avere quel senso di frustrazione che accompagna molte diete quando gli alimenti proposti non hanno gusto o sono troppo diversi dai sapori che siamo abituati a conoscere.

Leggi anche: Il Miglior prodotto per il dimagrimento: ecco quale comprare e dove>>>

 

Pro e contro della dieta tisanoreica

Come tutte le diete, anche quella tisanoreica ha i suoi pro e i contro, la cosa importante è esserne consapevoli prima di iniziare.

Pro dieta tisanoreica: essendo una dieta ipoglucidica/iperproteica, la perdita di peso è abbastanza veloce; le pietanze tisanoreiche sono preparare con il sapore di quei cibi che non possono essere mangiati durante la dieta, ma che risultano molto piacevoli al palato. Ad un certo punto, la dieta tisanoreica integra nuovamente gli alimenti esclusi nella fase iniziale, proprio come accade per quella Dukan.

Contro dieta tisanoreica: in questa dieta non ci sono carboidrati e questo potrebbe causare malessere generale e nervosismo, mal di testa e altri sintomi. Inoltre è una dieta particolarmente costosa, bisogna comprare prodotti tisanoreici specifici presso farmacie, centri estetici, palestre e negozi specializzati nella vendita di alimenti e prodotti naturali, quindi non proprio adatta a chi non ha buona disponibilità economica.

Consigli generali

Come in tutte le diete è d’obbligo ricordare che si dovrebbe sfruttare questo periodo per cercare di instaurare buone abitudini quotidiane nell’alimentazione che possano accompagnarci anche nei mesi e negli anni successivi.

Mangiare cibi troppo conditi, troppo grassi o ipercalorici dovrebbe essere uno strappo alla regola che possiamo permetterci in casi eccezionali. Il movimento è fondamentale per mantenere il fisico in salute, bruciare più calorie e aumentare il metabolismo.

Leggi anche: I 7 Benefici di Piperina e Curcuma>>>

 

La dieta Tisanoreica è adatta a tutti?

La dieta tisanoreica non è adatta a tutti, anzi, per alcune tipologie di persone è assolutamente sconsigliata, vediamo di seguito i pazienti controindicati a questo tipo di regime alimentare.

Diabetici dipendenti dall’insulina: queste persone devono mantenere un livello costante di zuccheri nel sangue, per cui privarli con la dieta potrebbe portare a uno stato di chetosi e compromettere il benessere generale del soggetto.

Problemi a fegato e reni: essendo una dieta ricca di proteine, va a sovraccaricare reni e fegato, facendoli lavorare maggiormente, questo perché questi due organi lavorano per purificare l’organismo dalle scorie azotate che si formano con la degradazione delle proteine.

Bambini e adolescenti: in questi due periodi della vita i carboidrati sono necessari per un buon sviluppo, quindi è assolutamente vietato eliminarli dalla dieta.

Donne in gravidanza e allattamento: come abbiamo accennato, questa dieta sovraccarica reni e fegato per l’eccesso di proteine, inoltre, provoca uno stato di chetosi che per un neonato o un feto potrebbe risultare molto dannoso visto che i corpi chetonici sono sostanze tossiche.

Problemi alla tiroide: in particolare chi soffre di ipotiroidismo, poiché alcuni estratti interferiscono con la terapia farmacologica che si segue per questa malattia.

Sport con resistenza muscolare: gli sportivi hanno bisogno di un alto apporto di zuccheri e carboidrati per dare energia al muscolo in movimento, mentre va bene per coloro che vogliono aumentare la massa muscolare, perché la dieta si basa soprattutto sul consumo di proteine che aiutano ad aumentare la massa del muscolo.

Infine, consigliamo, prima di iniziare questa dieta e qualsiasi altra di rivolgersi al proprio medico di fiducia per verificare le condizioni generali di salute e valutare la possibilità o meno di iniziare un regime alimentare iperproteico, come in questo caso, al fine di evitare possibili conseguenze spiacevoli o provocare danni ad organi importanti come i reni, nel caso si soffra già di una insufficienza renale di media – grave entità.