Nella maggior parte dei casi, alla base ci sono degli errori molto comuni eppure difficili da individuare: primo tra tutti proprio la volontà di seguire un regime dietetico troppo rigido e ferreo che può portare a rallentare il metabolismo mandando così all’aria la dieta e rendendo vani i sacrifici fatti.

Non solo, spesso si commettono anche errori di valutazione, ritenendo dietetici alcuni cibi che in realtà nascondono insospettabili insidie ed evitando invece alimenti che potrebbero dare un ottimo aiuto nella lotta per perdere i chili di troppo.

Se a questo si aggiunge poi la mancanza di un’adeguata attività fisica, fondamentale per supportare la dieta, o una scarsa idratazione che dà origine a gonfiore e ritenzione idrica, le cose sono subito spiegate.

Alimentazione: 9 errori da evitare

Leggi anche: Scoperta la Formula Naturale per il Dimagrimento>>>

 

Ecco, allora, alcuni degli errori che possono spiegare perché la dieta non funziona.

  • Saltare i pasti. Spesso si crede che il digiuno sia un’arma infallibile per sconfiggere i chili di troppo, salvo poi constatate che saltare i pasti non è servito a nulla. Il motivo? Digiunare rallenta il ritmo del metabolismo e se il metabolismo non funziona correttamente perdere peso risulta praticamente impossibile. L’ideale quindi è rispettare la regola dei 3 pasti al giorno – colazione, pranzo e cena- con due spuntini.
  • Bere poco. Privarsi del cibo non serve a nulla se alla dieta non si abbina anche una corretta idratazione dell’organismo. Bere acqua o tisane drenanti, serve infatti a eliminare i liquidi in eccesso spesso responsabili del gonfiore che fa impennare l’ago della bilancia. La soluzione? Bere almeno due litri di acqua al giorno.
  • Mangiare fuori. Attenzione anche alle abitudini di vita. Cercare di seguire una dieta quando si è costretti a mangiare fuori tutti i giorni, per esempio,  può essere molto difficile. Per quando si tenti di scegliere piatti light non si può sapere con precisione come sono stati preparati e dunque non è possibile far una stima precisa delle calorie.
  • Mangiare solo insalatone. Altro errore tipico è quello di puntare tutto sulle classiche insalatone come piatto unico per il pranzo. Quelle proposte nei bar o nei ristoranti sono infatti super caloriche perché contengono alimenti che non andrebbero abbinati nello stesso pasto. Un esempio? Formaggio, uovo sodo e tonno – tutti insieme – sono un vero attentato per la linea.
  • Compensare. Attenzione anche al pericoloso sistema della “compensazione”, ovvero a mangiare senza freni un giorno pensando che poi si possa recuperare il giorno dopo stando a stecchetto. È un errore classico che rischia di mettere a repentaglio il metabolismo.
  • Evitare i carboidrati. La prima cosa che si tende a tagliare durante una dieta sono i carboidrati. Rinunciando drasticamente a pasta e pane si crede infatti di riuscire a dimagrire di più e più in fretta. Tuttavia può rivelarsi un’arma a doppio taglio perché i carboidrati sono fondamentali per la massa muscolare e quindi per la tonicità del corpo. L’ideale è scegliere la versione integrale, che oltre ad essere meno calorica è anche ricca di fibre indispensabili per il buon funzionamento dell’intestino.
  • Mangiare molta frutta. È un altro classico errore di chi si mette a dieta senza poi raggiungere i risultati sperati. Si tende infatti a pensare che la frutta sia un alimento dietetico in assoluto è che sia dunque possibile mangiarne anche in grandi quantità. Attenzione però: alcuni frutti contengono molti zuccheri e sono da mangiare con moderazione. Un esempio? Banane, uva e anche mandarini.
  • Attività fisica. Mettersi a dieta ma condurre una vita troppo sedentaria è un controsenso. Per dimagrire non serve solo tagliare le calorie ma anche mettere in moto il corpo. Se poi mancano il tempo o la voglia di iscriversi in palestra si può rimediare cercando di mantenersi più attivi possibile durante la vita di tutti i giorni, camminando tanto, facendo le scale e, in generale, vincendo la pigrizia.
  • Gli alcolici. Infine, attenzione anche alle calorie nascoste nelle bevande alcoliche. Mangiare poco può non servire a nulla se poi, durante gli aperitivi, si scelgono cocktail alcolici ipercalorici. Anche nel vino, poi, si nascondono molte calorie ed è quindi opportuno, se si vuole dimagrire, imparare a concedersene un solo bicchiere una volta ogni tanto.

Leggi anche: Il Miglior prodotto per il dimagrimento: ecco quale comprare e dove>>>